Madre Natura, sempre molto generosa con noi esseri umani,  mette a disposizione delle sostanze assolutamente naturali per mantenerci in forma e in salute.  Si tratta di determinati alimenti  o frutti che, se consumati all’interno di una dieta sana e variata o sotto forma di integratori,  svolgono un ruolo determinante nella perdita dei chili di troppo.

Tra questi alimenti rientra a pieno titolo il Fico d’India , chiamato anche Nopal. Si tratta di un frutto originario del Messico, ma naturalizzato come specie tipica dell’area mediterranea. Il nome si riferisce a tutta la pianta di questo frutto, che dal punto di vista botanico viene chiamata Opuntia ficus-indica.

Il Fico d’India è un cactus abbondantemente presente in aree dai climi caldo-aridi, come la Sicilia. La pianta del Fico d’India o Nopal si caratterizza per le foglie ovali grandi ricoperte di spine, chiamate pale o clatodi, i fiori gialli e un frutto dalla polpa carnosa, ricco di semi, ricoperto da una buccia spinosa.

In Messico le foglie di Fico d’India fanno parte delle normali abitudini dietetiche della gente del posto, che le consuma fresche o essiccate. Il frutto del Fico d’India, invece,  viene consumato a colazione o come dessert, specie dai siciliani che ne apprezzano la carnosità della polpa e la dolcezza.

Come dimagrire con il Fico d’India

Per un ‘efficace azione dimagrante vanno consumate le foglie del Fico d’India. Certo nella cucina italiana mangiare le “pale” del nopal non è un’abitudine molto diffusa, comunque inserire nella dieta questo alimento permette di ottenere degli effetti molto interessanti dal punto di vista della perdita di peso.

Le foglie del nopal, infatti, sono ricchissime di fibre solubili e insolubili e di una frazione di polisaccaride, detta opuntiamannano che una volta entrata nel nostro stomaco si gonfia attirando a sè tutti gli zuccheri ei grassi nel sangue che vengono eliminati attraverso il transito intestinale.

L’effetto assorbente di grassi e zuccheri dovuto alla fibra del Fico d’India, determina anche un effetto ipoglicemizzante e una diminuzione del colesterolo. In più, ci si sgonfia per via della normalizzazione delle funzioni intestinali.  Non è facile abituarsi a sapori sconosciuti per cui potrebbe essere molto complicato aggiungere nella dieta le foglie del Fico d’India.

Ma non solo, i principali effetti dimagranti sono stati riscontrati nelle foglie essiccate che conterrebbero una maggiore concentrazione di polisaccaride.  Per beneficiare al massimo dei principi attivi delle foglie essiccate di nopal,   si possono assumere degli integratori a base di estratto secco di queste foglie.

Gli integratori sono sotto forma di capsule. La dose consigliata è di 1000 grammi di estratto secco da assumere 15 minuti prima dei pasti per due, tre volte al giorno. In commercio esistono capsule da 400 mg a base di foglie di Fico d’India. Il costo di una confezione di 60 capsule è di circa 11 euro.

L’assunzione di integratori a base di foglie di nopal è sconsigliata ai bambini al di sotto dei tre anni, in gravidanza e allattamento e in caso di concomitante assunzione di anticoncezionali o altri farmaci. Per dimagrire e mantenersi in forma tramite l’assunzione di integratori è d’obbligo ricorrere a un’adeguata prescrizione medica.

Rosalba Mancuso