Anche se la bella stagione è ancora lontana bisogna pensare in tempo ad arrivare in forma al periodo in cui si è più esposti agli sguardi altrui.  Per mantenersi in forma e in buona salute le regole sono quelle di sempre: attività fisica e sana alimentazione.

Questo, però, in generale, mentre se si vogliono prevenire e combattere difetti estetici specifici bisogna seguire dei sistemi mirati in cui la dieta svolge, comunque, un ruolo essenziale e determinante.

Uno dei fastidi estetici da prevenire e combattere tramite una buona alimentazione sono le smagliature, difetto tipicamente femminile che rischia di rovinare la serenità delle donne al pari dell’odiata cellulite. Le smagliature si presentano come delle vere e proprie cicatrici sulla pelle determinate da un “cedimento” dei tessuti cutanei, a sua volta provocato dalla rottura del collagene e dell’elastina, le due sostanze implicate nella tenuta e nell’elasticità della pelle.

Le smagliature possono colpire qualunque donna, dalla più giovane, alla più matura, senza distinzione di condizione sociale o stile di vita. Basti pensare che anche le sportive possono essere interessate dalla comparsa di questo inestetismo che si può presentare in diverse parti del corpo, quali glutei, pancia, fianchi e seno.

Le smagliature sono un difetto estetico fastidioso perché inizialmente appaiono come delle cicatrici violacee, mentre con il tempo diventano biancastre, ma sempre evidenti,  con un danno estetico palese. In pratica è come se la pelle fosse attraversata da solchi cicatriziali profondi che la fanno apparire piena di tagli.

Le smagliature, dunque, vanno combattute al pari della cellulite,  con la dieta,  l’attività fisica, ma anche con appositi  trattamenti estetici. Tra le cause di questo inestetismo troviamo lo stress psicofisico, che fa aumentare l’attività delle ghiandole surrenali; gli sbalzi ormonali dell’adolescenza, della  gravidanza e della menopausa e le diete drastiche che causano repentine perdite di peso provocando anche la rottura delle sostanze elastiche della pelle.

Quali alimenti consumare

Per prevenire e combattere le smagliature bisogna mantenere la pelle il più possibile idratata.  Quindi, nella dieta contro le smagliature, bisognerà bere molta acqua e consumare verdura e frutta che consentono di riattivare la circolazione.

Tra la frutta capace di riattivare la circolazione  e di rendere la pelle più elastica troviamo la vitamina C contenuta in buone quantità nelle arance e nei kiwi.

Stesse proprietà benefiche per la pelle sono contenute anche nella vitamina A, antiossidante naturale e rinforzante delle sostanze che impediscono alla pelle di rilassarsi  o di cedere. La vitamina A si trova in buone quantità nelle carote, ma anche nell’uovo le cui proteine sono altrettanto benefiche per la pelle.

La dieta per combattere le smagliature, oltre alle vitamine, non dovrà trascurare anche un buon apporto di zinco e altri sali minerali che si trovano nelle verdure di stagione, ma anche nei legumi. Indispensabile anche introdurre la giusta quota di acidi grassi essenziali che aiutano a mantenere la pelle compatta.

Questi acidi grassi si trovano nel pesce azzurro e nell’olio extravergine di oliva. Per rendere meno evidenti le smagliature conclamate, la sana alimentazione va abbinata anche ad adeguati trattamenti estetici, come applicazione di creme al collagene o di altri prodotti suggeriti dal medico estetico.

Rosalba Mancuso